E LA PA RALLENTA ANCORA I PAGAMENTI

L’attività del nostro Centro Studi ImpresaLavoro continua anche d’estate. Provate a non pagare le tasse (ve lo sconsiglio) sono guai. Ma lo Stato paga quando vuole e usa le aziende italiane come se fossero una specie di banca. I ritardi di pagamento dei fornitori dello Stato sono costati l’anno scorso oltre 4 miliardi alle imprese. È ovvio, se vengono pagati in ritardo, un artigiano come una grande azienda debbono andare in banca a farsi anticipare il denaro per pagare i dipendenti. Energia costosa e ritardi sono due dei motivi che rendono difficile la competizione con gli altri Paesi. Questo vuol dire meno posti di lavoro e più povertà.