Questa volta dall’Austria arriva una lezione di civiltà

Non ho particolare simpatia per Sebastian Kurz, il nuovo cancelliere austriaco, ma devo dire che vederlo, come pubblicato dalla stampa, viaggiare in classe economica per andare a Bruxelles mi ha fatto pensare a quanto sia meno sobrio il nostro Paese. L’austerity avrebbe dovuto tagliare i costi ma negli ultimi 4 anni i voli di Stato sono addirittura aumentati del 20% (dati da agosto 2016 a marzo 2017: Alfano, primato, con 68 voli, seguito da Gentiloni, fino al 12 dicembre (quando ha assunto l’attuale carica e, in base alle norme, non deve più far registrare l’utilizzo dei voli di Stato) che si ferma a 43, e la ministra della Difesa Roberta Pinotti a 31). Che senso ha spendere così tanto per i voli, facendosi accompagnare da una schiera di collaboratori? Non sarebbe meglio spendere questi denari per la ricerca o per le famiglie in difficoltà? Questa volta dall’Austria arriva una lezione di civiltà.

di Massimo Blasoni