libero Posts

IMMIGRATI, OCCORRE DIRE LA VERITA’.

Il contributo degli immigrati ai conti dell’Inps è molto sopravvalutato dal Presidente Boeri. Il rischio è che il lavoro degli immigrati regolari non sia aggiuntivo ma sostitutivo. Negli ultimi dieci anni il numero dei lavoratori immigrati è aumentato di 975mila unità mentre il numero dei lavoratori italiani e’ DIMINUITO di 846mila. Insomma il paradosso è che, in parte, l’aumento dei lavoratori stranieri provoca l’aumento dei disoccupati italiani che chiederanno il reddito di cittadinanza a carico dello Stato. Un pessimo circolo vizioso.
Il mio intervento su Libero di oggi.

 

 

Il lavoro domenicale è sinonimo di progresso

Spero di non scatenare polemiche ma io sono a favore delle aperture domenicali dei negozi. Capisco le difficoltà di chi lavora ma anche le esigenze di chi, occupato tutta la settimana, è costretto o quasi alla spesa domenicale. Probabilmente anche a chi è di opinione contraria alla mia capita di salire su un treno o un aereo, di andare al cinema o al ristorante o in farmacia anche nei giorni festivi. Non possiamo fermare il vento con le mani: il mondo va avanti. In un certo senso è un po’ come per Alitalia…
P.s.: nei giorni scorsi mi sono trovato in aereo a fianco della Camusso… ovviamente la pensiamo in maniera molto diversa.
Il mio intervento di ieri su Libero.

di Massimo Blasoni

Le pensioni del futuro sono a rischio

Ci sono pensioni alte o basse e, soprattutto, ci sono pensioni giuste o ingiuste. Il Governo non dice che la sostenibilità del sistema pensionistico è legata a tassi di crescita e di occupazione che assolutamente non sono raggiunti. In altre parole, le pensioni del futuro sono a rischio. Anziché continuare ad aumentare le tasse per far fronte all’enorme disavanzo dell’Inps occorrerebbe il coraggio di dire che vi sono anche pensioni ingiuste. Sono quelle di chi, avendo versato poco, è andato in pensione a 40 anni, oppure quelle di chi percepisce molto di più di quello che ha versato, aiutato da leggi e leggine. Queste pensioni (almeno quelle più alte) andrebbero ridotte, ma è politicamente troppo “scomodo” farlo e perciò nessuno lo dice. Il mio intervento oggi sulla seconda pagina di LIBERO.

 

111111111111111111111111111111111111111111111111

 

È inaccettabile fallire per 200 milioni (non) dovuti a Equitalia – Libero

Il mio articolo su Libero sulla vicenda del Gruppo Bernardi:

Libero 3 aprile 2015