massimo blasoni Posts

L’Italia è spendacciona ma i servizi sono scarsi

“Imprenditori, fate politica”: intervista a Il Friuli

Ho avviato la prima azienda a 22 anni con un compagno di classe partendo, come si suol dire, senza un euro. Tutti mi sconsigliavano ma lo spirito d’indipendenza, la voglia di realizzare i propri sogni non si possono comprimere. È andata bene: oggi Sereni Orizzonti è il terzo gruppo nel settore in Italia e costruisce e gestisce residenze sanitarie per anziani in tutto il Paese. Sono orgoglioso dei posti di lavoro che creiamo e anche di fare un servizio utile e concreto come assistere gli anziani. Non sopporto però i mille freni che ci impone la burocrazia miope e assurda del nostro Paese. Rallentamenti infiniti per avere anche le più semplici autorizzazioni e tasse elevatissime soprattutto sul lavoro. Credetemi, non si crea nuova occupazione nel Paese dando contributi ma lasciando lavorare chi fa impresa e “butta il cuore oltre l’ostacolo”. Speriamo che qualcosa cambi.

Vacanza ?

Vacanza? È anche andare a fare la spesa e a pranzo con Lavinia.

di Massimo Blasoni

La legge sulla legittima difesa va ampliata

Mi dispiace per la morte del rapinatore a Gugnano (Lodi) ma francamente sto dalla parte di Mario Cattaneo, il ristoratore ultra sessantenne che ha sparato. Mi chiedo cosa farei se sentissi dei rapinatori di notte nella mia casa, non sapendo se sono armati, se vogliono fare del male alla mia famiglia… Certo non voglio un paese di sceriffi ma credo che la legge sulla legittima difesa vada ampliata. Mi chiedo cosa provasse Mario quando i carabinieri gli prendevano le impronte digitali o gli notificavano che era indagato per omicidio. Credo che ognuno abbia il diritto naturale di difendere la propria famiglia. Credo anche che lo Stato debba fare di più per tutelare i cittadini, magari occupandosi più di sicurezza e meno di gestire aziende pubbliche e consigli di amministrazione.
Questa settimana su Panorama.

La mia proposta per le start up su “Il Giornale”

Voglio raccontarvi un piccolo segreto: quando nel 1996 con un socio fondai – senza una lira – Sereni Orizzonti fui molto aiutato da un decreto Tremonti (n° 357) che stabiliva la completa detassazione per tutte le nuove imprese costituite da under 32. Toglieva Ires e Irap, eliminava le imposte comunali e ogni altra tassa ma soprattutto tutti gli adempimenti burocratici che il pagamento di queste imposte richiede. Quel beneficio valeva per tre anni e oggi non esiste più. Questo perché la politica preferisce l’erogazione dei contributi piuttosto che la riduzione delle tasse, così obbliga il cittadino a fare una domanda e può decidere a chi dare aiuto e a chi non darlo. Si tratta di misure spesso tortuose che impiegano la maggior parte delle risorse per pagare i funzionari preposti all’istruttoria delle domande. Molto meglio sarebbe ridare vita a quel decreto Tremonti. Funzionerebbe? Con certezza posso dire una cosa, con me ha funzionato e oggi con noi lavorano quasi 2500 persone. La mia proposta su “Il Giornale” di ieri.