Troppi ostacoli per chi fa impresa in Italia

Inizia il 2015, è difficile non essere preoccupati. Malgrado una tassazione elevatissima il debito è aumentato di 80 miliardi. Ci sono però, anche in Italia esempi positivi, imprenditori coraggiosi piccoli e grandi che assumono e investono. Solo vorrei far capire quanto blocca la burocrazia assurda che ti tiene magari anni fermo prima di rilasciare la concessione edilizia o l’autorizzazione a lavorare. Ne attendiamo due; prima di Natale abbiamo telefonato negli uffici pubblici che devono rilasciare l’autorizzazione, si tratta solo di una firma, ma ci hanno risposto “se siamo matti” e che se ne parla dopo l’Epifania. Ogni ritardo della Pubblica Amministrazione è un prezzo che paga qualche padre di famiglia disoccupato che attende di essere assunto.

Oggi su Il Giornale.

Il Giornale 2 gennaio 2015