paese Posts

PERCHÉ LO STATO DEVE DECIDERE PER ME?

Non so se avete letto del fornaio multato dal fisco francese perché la scorsa estate aveva lavorato 7 giorni su 7 nel suo negozio. Lusigny-sur-Barse è una zona turistica e il panettiere voleva garantire un servizio ai suoi clienti ma la legge francese lo vieta. A me sembra un’inaccettabile intrusione dello Stato. Perché debbo essere multato se ho voglia di lavorare? Chi danneggio? La vita non è certamente fatta solo di lavoro, ma nessuno può imporre agli altri di limitare la propria libertà, nemmeno lo Stato. Anche nel nostro Paese c’è un eccesso di regolamentazione: migliaia di leggi e regolamenti che condizionano la nostra vita. Cedric – questo il nome del panettiere – forse ha esagerato ma preferisco mille volte lui a chi vuole il reddito di cittadinanza per tutti, anche per i fannulloni.

di Massimo Blasoni

Povera Italia, Paese senza mercato

Sono 50.000 i giovani italiani che hanno lasciato il nostro Paese l’anno scorso per cercare fortuna all’estero. Non tutti volevano farlo, molti sono stati costretti. Da noi le università non danno spazio ai ricercatori e avviare un’azienda è un’impresa quasi impossibile. Tasse, infiniti adempimenti e controlli spengono sul nascere tante belle idee. Così rischiamo di perdere molti dei migliori, come Gloria Trevisan, la giovane architetto morta a Londra nel rogo del grattacielo di Kensington. Eppure, malgrado tutto, ho fiducia: sono tenaci i giovani italiani. Il mio intervento di oggi su Il Giornale.

di Massimo Blasoni

 

Referendum 4 dicembre 2016

Voterò no al referendum per tre semplici motivi. Primo: voglio eleggere direttamente i senatori; se passa la riforma invece saranno consiglieri regionali e sindaci a votare se stessi sulla base di accordi. Secondo: è difficile fare contemporaneamente due lavori. Essere sindaco di un comune importante e nel contempo senatore rischia di produrre l’effetto di fare male tutte e due le cose. Terzo: sarebbe molto meglio ridurre sia il numero dei senatori che dei deputati (lasciando però camere elette dai cittadini), quantomeno si risparmierebbe di più. Ieri, un bravo giornalista de Il Giornale, Antonio Signorini, mi ha intervistato. Gli ho risposto che, soprattutto, il nostro Paese avrebbe bisogno di riforme economiche. Dalle pensioni alla burocrazia, dalla tassazione al debito, questo governo ha dato ben poche risposte.

di Massimo Blasoni